“Un viaggio in una rete di sistemi complessi i cui nodi rappresentano altrettante tappe intermedie per arrivare alla destinazione finale”

“Every mountain top is within reach if you just keep climbing.”

Attraverso un’analisi storica e normativa dell’evoluzione del Sistema Sanitario Nazionale, l’autore individua le attuali condizioni e criticità, creando lo spunto per immaginare una nuova realtà organizzativa delle varie anime del “pianeta sanità”, non più separate e indipendenti, bensì omogenee e fra loro complementari, al solo scopo di fornire un servizio migliore e di ridurne i costi. L’iter concettuale che ha guidato il lavoro è stato, con un approccio sistemico e relazionale, lo studio dello stato e degli orientamenti del servizio sanitario, del concetto di rete, della clinical governance, di programmi, protocolli e percorsi assistenziali integrati, con una esemplifi cazione dei problemi ricorrenti di relazione tra i diversi nodi della rete, nonché di alcune sperimentazioni di reale e riuscita integrazione fra Ospedale e Territorio. Emerge chiaramente come, se la rete è in sofferenza, sia sempre il cittadino a pagarne le spese. L’odierna missione della sanità pubblica consiste quindi nell’affrontare e risolvere i problemi di relazione fra i nodi della rete.

NOTE DELL’AUTRICE

PRESENTAZIONE

INDICE GENERALE

INDICE DEGLI ALLEGATI

Acquista il libro su:

Galleria

Video

Recensioni

  • Ritengo che il lavoro di Bice sia esso stesso un atto di denuncia contro chi tenta di mettere le mani nella riorganizzazione di un settore che spesso non conosce o conosce con molta superficialità.
    Dott. Luigi Sfredda (Responsabile dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche Area Vasta n. 2 di Ancona, Sede di Ancona)
  • Un interessante excursus nel mondo della Sanità italiana.
    Ernesto Bodini (giornalista scientifico)
  • L’Autrice spiega in modo interessante come il lavorare assieme, l’integrarsi fra gli addetti alle diverse attività, possa avvenire costruendo un comune sentire, basato su una conoscenza acquisita collettivamente con scambi continui, nei lavori di gruppo, nei laboratori, insomma in un processo di formazione continua compiuto da tutti, congiuntamente. Accompagnato da un processo di partecipazione democratica, sgombro da ideologie, preconcetti e pregiudizi.
    Prof. Lamberto Briziarelli (Università degli studi di Perugia)