Lo strumento scelto per raggiungere gli obiettivi individuati è un sistema a rete, creato ad hoc, denominato “Cabina di regia Integrazione Ospedale-Territorio”

Al giorno d’oggi di fronte ai cambiamenti nei sistemi di welfare, la competenza professionale deve essere messa in relazione con l’esperienza di coloro che vivono i problemi di vita; gli apporti della famiglia, del volontariato e dei soggetti disponibili a darsi da fare per un singolo o una comunità devono essere riconosciuti e valorizzati. L’intero sistema sanitario dovrebbe essere ripensato come un sistema organizzativo aperto rispetto ai confini strutturali. Lo strumento scelto per raggiungere questo obiettivo è un sistema a rete, una “cabina di regia” denominata Cabina di regia “Integrazione Ospedale–Territorio”. Il perseguimento di una migliore qualità delle attività socio–sanitarie; lo scambio/sviluppo/diffusione di conoscenze scientifiche; il perseguimento di economie di scala; la progettazione e lo sviluppo congiunto di nuovi servizi rappresentano il traguardo intermedio perché si garantisca l’accessibilità in continuità dei percorsi di prevenzione, diagnostici, assistenziali, di monitoraggio e riabilitativi per il cittadino, offrendo alla Regione gli strumenti per la definizione di decreti e linee guida tesi a rendere omogenei sul territorio i risultati emersi.

FRONTESPIZIO TESI

PREFAZIONE

INDICE GENERALE

Acquista il libro su:

Galleria